Ti trovi in:

Home » Il Comune » Comunicazione » Avvisi e news » “UNA STANZA TUTTA PER SÉ” CONCLUDE LA RASSEGNA TEATRALE DI PREDAZZO

“UNA STANZA TUTTA PER SÉ” CONCLUDE LA RASSEGNA TEATRALE DI PREDAZZO

di Mercoledì, 28 Febbraio 2018 - Ultima modifica: Giovedì, 01 Marzo 2018
Immagine decorativa

COMUNICATO STAMPA :

“UNA STANZA TUTTA PER SÉ” CONCLUDE LA RASSEGNA TEATRALE DI PREDAZZO

Appuntamento l’8 marzo alle 21

Un omaggio a Virginia Woolf nel giorno della Festa della Donna. L’8 marzo il monologo teatrale “Una stanza tutta per sé”, tratto dal famoso saggio della scrittrice britannica, concluderà la “Stagione di Prosa 2017-2018”, organizzata dal Comune di Predazzo in collaborazione con il Coordinamento Teatrale Trentino. Con intensità e leggerezza vengono affrontati i temi della creatività femminile, dell’emancipazione attraverso l’indipendenza economica e del riconoscimento del talento. Temi ancora attuali, nonostante l’opera della Woolf sia stata pubblicata nel 1929.
 

 

Data di inizio pubblicazione 28/02/2018
Data di archiviazione 01/01/2024

“UNA STANZA TUTTA PER SÉ” CONCLUDE LA RASSEGNA TEATRALE DI PREDAZZO

Appuntamento l’8 marzo alle 21

 

Un omaggio a Virginia Woolf nel giorno della Festa della Donna. L’8 marzo il monologo teatrale “Una stanza tutta per sé”, tratto dal famoso saggio della scrittrice britannica, concluderà la “Stagione di Prosa 2017-2018”, organizzata dal Comune di Predazzo in collaborazione con il Coordinamento Teatrale Trentino. Con intensità e leggerezza vengono affrontati i temi della creatività femminile, dell’emancipazione attraverso l’indipendenza economica e del riconoscimento del talento. Temi ancora attuali, nonostante l’opera della Woolf sia stata pubblicata nel 1929.

Lo spettacolo è vincitore del bando Residenze Diffuse OFF/Sanbapolis 2015 ed è stato prodotto con il sostegno di Centro Servizi Culturali Santa Chiara, Opera Universitaria Trento, Spazio OFF e della Commissione provinciale Pari Opportunità. È messo in scena da Multiverso Teatro; Michela Embriaco è attrice e regista. Una donna, una studiosa, deve presentare una conferenza sul tema “la donna e il romanzo”, ma finirà per racconterà di come è arrivata ad affermare che per essere scrittrici è necessario conquistarsi una “stanza tutta per sé”. Così facendo emergerà una narrazione dove si intrecciano fatti reali e immaginari, visioni e piccoli fatti quotidiani.

Lo spettacolo è in programma l’8 marzo alle 21 al Cinema Teatro di Predazzo. Il costo è di 8 euro intero e di 5 euro ridotto (per ragazzi fino a 18 anni, studenti universitari, iscritti UTETD e over 65). I biglietti possono essere acquistati in prevendita presso gli sportelli delle Casse Rurali del Trentino fino alle ore 15.30 del giorno di programmazione dello spettacolo, online sul sito www.primiallaprima.it (apre il link in una nuova finestra) o direttamente il giorno dello spettacolo dalle 20 alle 21 presso la biglietteria del teatro.

 

 

Predazzo, 1 marzo 2018

 

 

Cerca

Analoghi a questo

di Mercoledì, 29 Novembre 2017

COMUNICATO STAMPA :

La Stagione di Prosa 2017/2018 di Predazzo

Prende il via il 20 dicembre la “Stagione di Prosa 2017-2018”, organizzata dal Comune di Predazzo con la preziosa collaborazione del Coordinamento Teatrale Trentino. Quattro spettacoli, tre dei quali proposti anche alle scuole con esibizioni mattutine dedicate agli studenti, per riflettere su temi di grande attualità: guerra, giustizia sociale, emigrazione giovanile e emancipazione femminile sono gli argomenti che verranno affrontati con la leggerezza e la profondità tipiche del linguaggio teatrale, capace di veicolare contenuti importanti senza annoiare.

di Venerdì, 26 Ottobre 2018

COMUNICATO STAMPA :

TRE COMUNI, UNA RASSEGNA TEATRALE

Lunedì al via la prevendita degli abbonamenti

 

 

Il ponte della cultura unisce Cavalese, Tesero e Predazzo. I tre Comuni, infatti, hanno deciso di proporre per la stagione 2018/2019 un calendario teatrale condiviso per offrire una proposta ricca e variegata. “In un tempo in cui, secondo noi, è più che mai importante investire nel sapere, riteniamo doveroso sottolineare come il Teatro resti il luogo per eccellenza ove celebrare la cultura e ancor più il compito educativo che ci è stato assegnato”, scrivono nella presentazione della Rassegna i tre assessori alla Cultura, Ornella Vanzo per Cavalese, Silvia Vaia per Tesero e Giovanni Aderenti per Predazzo.

di Giovedì, 24 Ottobre 2019

COMUNICATO STAMPA :

SI ALZA IL SIPARIO SULLA STAGIONE TEATRALE

Predazzo, Tesero e Cavalese propongono anche quest’anno un calendario condiviso

di Mercoledì, 17 Ottobre 2018

COMUNICATO STAMPA :

DA CAPORETTO AL PIAVE CON MASSIMO BUBOLA

Venerdì 19 ottobre alle 21.00 al Teatro di Predazzo

 

Con la voce di Massimo Bubola si conclude la rassegna del Comune di Predazzo “MusicAutunno - Note degne di nota”. Venerdì 19 ottobre alle 21.00, al Cinema Teatro, il noto cantautore, amico e coautore di Fabrizio De André, proporrà il suo arrangiamento in chiave moderna dei canti alpini e di guerra protagonisti dei suoi ultimi album, con la lettura di alcuni brani del suo recente romanzo “Ballata senza nome”.

di Giovedì, 27 Settembre 2018

COMUNICATO STAMPA :

MusicAutunno: a Predazzo “Note degne di nota”

A ottobre i Cheap Wine, Massimo Priviero e Massimo Bubola in concerto

 

Tre concerti, uno alla settimana, animeranno i venerdì d’ottobre di Predazzo: l’Amministrazione comunale, in collaborazione con il Coordinamento Teatrale Trentino, lancia, infatti, una nuova rassegna con l’obiettivo di destagionalizzare la proposta culturale in valle con eventi di alto livello.

di Domenica, 17 Novembre 2019

COMUNICATO STAMPA :

“VENTO DA NORD” TORNA A TEATRO

Appuntamento a Predazzo venerdì 22 novembre alle 20.45

 

In occasione del cinquantesimo dalla morte di Alfredo Paluselli e del decimo anniversario dell’iscrizione delle Dolomiti tra i patrimoni naturali dell’umanità Unesco, torna a Predazzo lo spettacolo teatrale “Vento da Nord”. Una versione rivisitata ed arricchita, che vede il noto attore Mario Zucca tornare a vestire i panni di Paluselli, alpinista, artista, istrionico personaggio noto soprattutto per aver costruito Baita Segantini, nei pressi di Passo Rolle, dove scelse di vivere in solitudine per trentacinque anni, scrivendo e disegnando, a colloquio con le aquile e con le forze della natura, senza alcuna imposizione.

Questionario di valutazione
E' stata utile la consultazione della pagina?
E' stato facile trovare la pagina?

Inserisci il codice di sicurezza che vedi nell'immagine per proteggere il sito dallo spam