Ti trovi in:

Home » Il Comune » Comunicazione » Avvisi e news » FONDAZIONE DOLOMITI UNESCO - I SOSTENITORI A PREDAZZO

FONDAZIONE DOLOMITI UNESCO - I SOSTENITORI A PREDAZZO

di Martedì, 18 Dicembre 2018
Immagine decorativa

FONDAZIONE DOLOMITI UNESCO, I SOSTENITORI A PREDAZZO (TN) PER RIBADIRE: “LE DOLOMITI SIAMO TUTTI NOI”.

Gestori di rifugio, associazioni, comuni, enti di promozione turistica o culturale, ambientalisti, imprenditori, semplici cittadini della montagna trentina, altoatesina, veneta e friulana. Sono oltre 150 i sostenitori della Fondazione Dolomiti UNESCO, e si sono riuniti nel Municipio di Predazzo venerdì 14 dicembre per l'incontro annuale, durante il quale sono stati ribaditi i valori della gestione condivisa del Patrimonio Mondiale.

“L'impostazione del nostro Museo Geologico ruota proprio attorno al riconoscimento UNESCO”, ha commentato Maria Bosin, sindaco di Predazzo, “da questi incontri sono sempre venuti molti spunti per la valorizzazione e la conservazione del territorio e quella di oggi è anche un'occasione per condividere una riflessione sulla calamità ambientale che ci ha accomunato”.

Data di inizio pubblicazione 18/12/2018
Data di archiviazione 01/01/2024

FONDAZIONE DOLOMITI UNESCO, I SOSTENITORI A PREDAZZO (TN) PER RIBADIRE: “LE DOLOMITI SIAMO TUTTI NOI”.

Gestori di rifugio, associazioni, comuni, enti di promozione turistica o culturale, ambientalisti, imprenditori, semplici cittadini della montagna trentina, altoatesina, veneta e friulana. Sono oltre 150 i sostenitori della Fondazione Dolomiti UNESCO, e si sono riuniti nel Municipio di Predazzo venerdì 14 dicembre per l'incontro annuale, durante il quale sono stati ribaditi i valori della gestione condivisa del Patrimonio Mondiale.

“L'impostazione del nostro Museo Geologico ruota proprio attorno al riconoscimento UNESCO”, ha commentato Maria Bosin, sindaco di Predazzo, “da questi incontri sono sempre venuti molti spunti per la valorizzazione e la conservazione del territorio e quella di oggi è anche un'occasione per condividere una riflessione sulla calamità ambientale che ci ha accomunato”.

“INSIEME”, PER RIPARTIRE

“Insieme” è stata la parola chiave di tutte le attività della Fondazione nel corso del 2018, culminate con la decisione di contribuire a risollevare una parte del territorio dolomitico colpito dagli eventi atmosferici estremi del 29 ottobre scorso. La Fondazione si farà carico, in accordo con il Comune di Rocca Pietore (BL), della progettazione per un recupero innovativo e sostenibile dei Serrai di Sottoguda, il percorso pedonale ai piedi della Marmolada, devastato dall'alluvione. Per raggiungere però la somma complessiva necessaria al recupero (circa sei milioni di euro), è stata chiesta la collaborazione di tutte le genti delle Dolomiti. Per acquistare un regalo di Natale che contribuirà allo scopo basta inviare una mail a info@dolomitiunesco.info e ricevere il cofanetto con i 6 DVD del reportage di Piero Badaloni “Dolomiti. Montagne – Uomini – Storie” (apre il link in una nuova finestra) al costo di 30 euro, oppure  i DVD “Dolomiti. Viaggio nell’arcipelago fossile” (apre il link in una nuova finestra) e “Dolomiti. Economia del Bene Comune” (apre il link in una nuova finestra) (italiano, tedesco e inglese) al costo di 10 euro l’uno.

È uno straordinario esempio di collaborazione che non guarda ai confini

amministrativi” ha ricordato il direttore della Fondazione Marcella Morandini, “il Consiglio d'Amministrazione è stato unanime, infatti, nell'approvare questa iniziativa. E oggi siamo qui proprio per rafforzare quei legàmi che hanno reso la gestione del Patrimonio Mondiale un'esperienza di ascolto reciproco, mediazione, scelte condivise ”.

RETI OPERATIVE, SENZA CONFINI

Il lavoro di rete si è concretizzato nel corso dell'anno in una lunga serie di iniziative pubbliche e di lavoro anche “sotterraneo”. Alcuni esempi sono stati al centro del dibattito tra i sostenitori.

Marika Freschi e Ivan Da Rios, gestori del Rifugio Pordenone, nella Dolomiti Friulane, hanno presentato la Rete dei Rifugi del Patrimonio Mondiale, che riunisce gli oltre 60 rifugi che si trovano all'interno dell'area “core” delle Dolomiti UNESCO. Una rete che sta mettendo in collegamento coloro che svolgono la stessa attività in contesti spesso molto differenti e che sono accomunati dalla volontà (e dalla condizione oggettiva) di essere i primi “ambasciatori” del Bene nei confronti di una clientela sempre più internazionale. Da parte loro, l'idea di promuovere il Patrimonio nel suo complesso, attraverso iniziative comuni: “La rete ci consente di fare squadra davanti a un turismo che cambia” ha confermato Marika Freschi, gestrice del Rifugio Pordenone. “Le Dolomiti per noi sono un patrimonio unico e insieme possiamo capire come promuoverle nella maniera più corretta”.

La difficile conciliazione tra il rispetto dell'ambiente e le attività ricreative in quota è stata l'oggetto della relazione del Gruppo di Lavoro sui mezzi motorizzati a fini ludico-sportivi in area UNESCO, curata dall'associazione Mountain Wilderness: “Queste manifestazioni sono sempre più frequenti e abbiamo lavorato per realizzare una regolamentazione unica, valida per tutto il territorio dolomitico. Abbiamo proposto in particolare di porre delle regole comuni per l'uso dell'elicottero a fini turistici e per quello dei quad: su questo deve esserci una discussione insieme a tutti i portatori di interesse”, ha sottolineato il presidente di Mountain Wilderness Franco Tessadri.

Un esempio limpido di cooperazione tra i diversi territori in cui si estendono i nove Sistemi Dolomitici, è stato infine portato dai fotografi, tra i sostenitori più attivi della Fondazione: il trentino Andreas Tamanini ha descritto l'esperienza della mostra organizzata nella sua Mattarello, capace di coinvolgere dieci fotografi delle cinque province in un'unica esposizione, chiamata, non a caso “Legàmi Dolomitici”: “Fondazione Dolomiti UNESCO vuol dire unione”, ha evidenziato Tamanini, “la mostra ha avuto un grande riscontro e per il 2019 sarebbe bello riproporne una analoga per promuovere l'idea di una montagna senza confini”.

Classificazione dell'informazione

Servizio

Segreteria e Affari Generali

Al Segretario Comunale spettano tutte le funzioni già attribuite dalla Legge, dai Regolamenti, dallo Statuto e dagli atti di organizzazione, unitamente al compito di coordinare e sovrintendere...
Ufficio

Segreteria

All'Ufficio competono tutti gli adempimenti riguardanti l'iter dei provvedimenti deliberativi : dalla preparazione degli ordini del giorno della Giunta e del Consiglio Comunale, all'avvenuta...
Cerca

Analoghi a questo

di Giovedì, 07 Giugno 2018

COMUNICATO STAMPA :

CARTELLONISTICA DOLOMITI UNESCO: PREDAZZO HA GIÀ INIZIATO A MONTARE LE INSEGNE

Il ritardo è dovuto a lungaggini burocratiche

 

“Il paese di Predazzo è orgoglioso di essere la porta verso le Dolomiti, il primo Comune - per chi risale le valli dell’Avisio – parte delle Dolomiti Unesco, e ha sempre fatto di tutto per promuovere e valorizzare tale appartenenza, anche in collaborazione con la Fondazione, che si ringrazia”. Una precisazione doverosa della sindaca Maria Bosin, in risposta all’articolo uscito giovedì 7 giugno sulla stampa locale, che accusa le amministrazioni interessate di non aver ancora montato la cartellonistica con il logo Unesco.

di Giovedì, 07 Giugno 2018

COMUNICATO STAMPA :

CARTELLONISTICA DOLOMITI UNESCO: PREDAZZO HA GIÀ INIZIATO A MONTARE LE INSEGNE

Il ritardo è dovuto a lungaggini burocratiche

 

“Il paese di Predazzo è orgoglioso di essere la porta verso le Dolomiti, il primo Comune - per chi risale le valli dell’Avisio – parte delle Dolomiti Unesco, e ha sempre fatto di tutto per promuovere e valorizzare tale appartenenza, anche in collaborazione con la Fondazione, che si ringrazia”. Una precisazione doverosa della sindaca Maria Bosin, in risposta all’articolo uscito giovedì 7 giugno sulla stampa locale, che accusa le amministrazioni interessate di non aver ancora montato la cartellonistica con il logo Unesco.

di Venerdì, 08 Giugno 2018

COMUNICATO STAMPA :

I PALEONTOLOGI D’ITALIA SI RIUNISCONO A PREDAZZO

 

Proprio come nell’Ottocento, quando l’albergo Nave d’Oro era luogo di incontro e confronto di importanti geologi, a Predazzo in questi giorni si sono riuniti ricercatori e studiosi di tutta Italia. La XVIII edizione delle Giornate di Paleontologia, organizzata dalla Società Paleontologica Italiana (SPI), è stata, infatti, ospitata dal Muse di Trento, con un’innovativa formula itinerante che ha visto sessioni scientifiche nel capoluogo e a Predazzo, porta delle Dolomiti Unesco, con escursioni sul campo alla Gola del Bletterbach e visita al Museo Geologico delle Dolomiti.

di Venerdì, 04 Gennaio 2019

COMUNICATO STAMPA :

IL 9 GENNAIO IN TEATRO A PREDAZZO IL SOGNO DI OLIVETTI

 

 

Dopo il pienone registrato per “La Divina Commediola” di Giobbe Covatta, Predazzo propone un nuovo appuntamento della Stagione teatrale 2018/2019, quest’anno organizzata in collaborazione con i Comuni di Tesero e Cavalese. Mercoledì 9 gennaio, alle 21 al cinema teatro comunale, verrà messo in scena “Camillo Olivetti - Alle radici di un sogno”, una produzione dell’Associazione Culturale Muse in collaborazione con Fondazione Teatro Stabile Torino. Laura Curino (sul palco) e Gabriele Vacis (alla regia) hanno ricostruito la vita di Camillo Olivetti, il pioniere, l’inventore, l’anticonformista che ha fondato, a inizio Novecento, la prima fabbrica italiana di macchine da scrivere. Le voci narranti che ne raccontano imprese, affetti e sogni sono affidate alla madre Elvira Sacerdoti e alla moglie Luisa Revel. Un racconto tanto avventuroso quanto reale, pieno di colpi di scena, di lotte, amori ed eroi.

di Venerdì, 18 Agosto 2017

COMUNICATO STAMPA :

SEMINARE SPERANZA NELLA CITTÀ DEGLI UOMINI

È la speranza il tema di quest’anno del “Meeting di Fraternità” promosso dalla Fraternità Francescana e Cooperativa Sociale Frate Jacopa, con il patrocinio del Comune di Predazzo. Il Convegno g iunto alla quinta edizione, si terrà dal 22 al 25 agosto a Bellamonte, aperto a tutti. “Seminare speranza nella città degli uomini” si pone in un’ottica di continuità con il filo conduttore del 2016, l’abitare. “Siamo ad una svolta epocale, in cui si avverte povertà di futuro, di prospettiva, mancanza di fiducia e di speranza, con un progressivo degrado della convivenza civile, sempre più diffidente nei confronti dell’alterità e distratta nei confronti del bene comune. Una società sempre più contrassegnata da violenza e paura, che ha bisogno di ritrovare cammini di speranza e di pace”, spiega Argia Passoni della Fraternità Francescana Frate Jacopa.

di Venerdì, 26 Ottobre 2018

COMUNICATO STAMPA :

TRE COMUNI, UNA RASSEGNA TEATRALE

Lunedì al via la prevendita degli abbonamenti

 

 

Il ponte della cultura unisce Cavalese, Tesero e Predazzo. I tre Comuni, infatti, hanno deciso di proporre per la stagione 2018/2019 un calendario teatrale condiviso per offrire una proposta ricca e variegata. “In un tempo in cui, secondo noi, è più che mai importante investire nel sapere, riteniamo doveroso sottolineare come il Teatro resti il luogo per eccellenza ove celebrare la cultura e ancor più il compito educativo che ci è stato assegnato”, scrivono nella presentazione della Rassegna i tre assessori alla Cultura, Ornella Vanzo per Cavalese, Silvia Vaia per Tesero e Giovanni Aderenti per Predazzo.

Forse ti può interessare

di Mercoledì, 23 Maggio 2012

Museo Geologico delle Dolomiti a Predazzo

In collaborazione con il Comune di Predazzo, è il Museo specializzato nella geologia delle Dolomiti (dal 26 giugno 2009 parte del prestigioso elenco del Patrimonio Mondiale dell'UNESCO) in particolare delle Valli di Fiemme e Fassa. Fondato nel 1899 per iniziativa della Società Magistrale di Fiemme e Fassa allo scopo di valorizzare il patrimonio geologico e naturalistico locale e di promuoverne la conoscenza, dal 2012 è sezione territoriale del MUSE.

Sito internet dedicato (apre il link in una nuova finestra)

di Venerdì, 14 Aprile 2017
Adesione alla Fondazione Dolomiti - Dolomiten - Dolomites - Dolomitis UNESCO anni 2017, 2018 e 2019.
Giunta comunale Servizio proponente: Segreteria
di Lunedì, 04 Dicembre 2017
di Venerdì, 30 Settembre 2016
TRENTINO SCHOOL OF MANAGENET: Autorizzazione al consigliere Massimiliano Gabrielli alla partecipazione al "Corso per amministratori e Opinion Leader. Governo, partecipazione e cultura, valori e comunicazioni di un Patrimonio naturale UNESCO".
Giunta comunale Servizio proponente: Segreteria